Armored Warfare: la modalità Global Operations sarà presto online

Obsidian Entertainment ha annunciato la nuova modalità che verrà introdotta in Armored Warfare: Global Operations. Con l’aggiornamento verranno aggiunte le più grandi mappe che il gioco abbia mai visto finora, completamente interattive, con droni di sorveglianza, bombardieri stealth e torrette anti-carro che funzioneranno come supporto per le squadre in gara, se queste riusciranno a trovare la strategia giusta per usarle a proprio vantaggio. Global Operations sarà una novità assoluta per il filone e riuscirà a fondere PvE e PvP in un mix unico ed esplosivo.

Attualmente non è nota la data di rilascio della modalità, sappiamo però che verrà introdotta con il Balance 2.0.

Qui potete dare un’occhiata al trailer di lancio di Global Operations:

 

La prima delle nuove mappe introdotte con Global Operations sarà “Desert Crossing“, ambientata nel cuore del deserto, e più grande di qualsiasi altra mappa finora creata per Armored Warfare. Presenterà molti elementi interattivi fra cui dei bombardieri in sorvolo sopra il campo di battaglia, torrette controllate dall’AI che bersaglieranno i giocatori e droni di sorveglianza. Due squadroni di mercenari e i loro alleati si scontreranno in un vasto bacino di carenaggio in cui sarà ormeggiata una portaerei. Le battaglie in Global Operations non avranno limiti di tempo e consentiranno lo scontro fra squadre di 15 giocatori. Ogni squadra inizierà con un certo numero di punti: distruggere nemici o veicoli controllati dall’intelligenza artificiale e catturare le zone di controllo ridurrà il numero di punti a disposizione della squadra avversaria. Riducendo a zero il punteggio del team nemico, si otterrà la vittoria!

I giocatori potranno anche catturare dei particolari obiettivi “jolly”, ottenendo delle risorse militari dal quartier generale che saranno in grado di modificare l’esito dello scontro a proprio favore.

La prima mappa conterrà i seguenti obiettivi “jolly”:

  • Casematte: missili teleguidati Anti-Tank controllati dall’AI che bersaglieranno le forze nemiche;
  • Drone di sorveglianza: un aereo senza equipaggio in grado di volare al di sopra di una zona ed individuare con facilità i movimenti della squadra avversaria;
  • Raid Aereo: un potente attacco di bombardieri B2, che sorvolano la mappa per devastare le linee nemiche;
  • Zona di Rifornimento: permette il rifornimento di munizioni senza bisogno di respawn.

Questo rappresenta solo ciò che verrà reso disponibile durante la prima release. Il sistema sembra essere parecchio flessibile, per cui molti altri obbiettivi “jolly” potrebbero essere introdotti in futuro, rendendo il campo di battaglia come un vero e proprio teatro di guerra moderna.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.