Diablo 3: a volte ritornano!

Dopo le recenti dichiarazioni su Diablo III alla BlizzCon, Blizzard ha condiviso ulteriori informazioni nel corso dell’incontro per il 20 ° anniversario.

Sono stati divulgati maggiori dettagli sul ritorno del Necromante, direttamente dalle cripte del II capitolo del blasonato titolo. Fra queste sono state messe in mostra quali siano le differenze fra Negromante e Sciamano. A prescindere dalla natura di ciò che si sta evocando (scheletri, piuttosto che zombie), questi mostri avranno anche delle componenti attive. Mentre nel caso dello Sciamano, il tipo di evocazione era “passivo” (una volta lanciata l’abilità ci si poteva dimenticare dei minion richiamati), con il Necromante, attivare un’abilità permetterà di lanciare i minion all’attacco di un altro bersaglio.

3153276-d3-13

Anche le risorse utilizzate sono differenti: lo Sciamano utilizza il mana, ma il Necromante si servirà di qualcosa chiamato “essenza”. L’abilità Corpse Explosion verrà reinserita e permetterà di far esplodere fino a 10 corpi alla volta. Bone Spear verrà pure reinserita, scagliando un attacco perforante in una linea retta. Decrepify è una maledizione che consentirà di rallentare i nemici e ridurre il danno da loro inferto, aiutandovi a raggrupparli.

Una nuova abilità chiamata Siphon Blood avrà come bersaglio su un singolo nemico e permetterà di recuperare salute ed essenza. Blood Rush è un altra abilità nuova, che permette di teletrasportarsi in un’altra posizione.

I Golem sono tornati, fra cui Golem di Sangue. Sarà possibile anche evocare una massiccia ondata di scheletri con Army of the Dead, che sarà in grado di correre verso una specifica posizione per poi esplodere causando ingenti danni.

3153289-d3-12

Il Necromante non sarà disponibile in un pacchetto di espansione, ma in un pacchetto personaggio chiamato The Rise of the Necromancer. Questo inoltre consentirà anche di avere due slot personaggio aggiuntivi, due schede del foriziere per i giocatori su PC, ed effetti cosmetici. Maggiori dettagli saranno resi noti nel 2017, in vista del lancio previsto nella seconda metà dell’anno.

Separatamente, una patch che arriverà nel 2017, aggiungerà l’Armeria: una manna dal cielo per i giocatori. Questa permetterà essenzialmente di gestire i loadouts e consentirà di risparmiare il fastidio di fare numerose modifiche per cambiare build sull’Eroe. Sarà possibile salvare fino a cinque loadouts per ogni personaggio, memorizzando le sue abilità attive e passive, equipaggiamento e poteri cubo di Kanai. Facendo clic su un pulsante, sarà possibile passare istantaneamente da un loadout ad un altro; il gioco si occuperà di tutto, compreso lo spostamento delle gemme, che avranno più un costo per essere rimosse dai castoni. In questa procedura non verranno salvati i punti paragon assegnati: questi vengono ottenuti costantemente durante il gioco e quindi il valore nel cambio di loadout manterrebbe un valore obsoleto rispetto ai punti effettivamente posseduti dal giocatore.

Blizzard non ha condiviso una data di uscita specifica per l’aggiornamento Armory, ha solo affermato che arriverà nel 2017: sarà disponibile su console e PC, anche se avrà un aspetto diverso fra le due piattaforme.

d3-pc-loadout3153311-d3-consolearmory

Infine, l’azienda ha condiviso ulteriori informazioni sulla modalità di Diablo I– modalità a tema annunciata oggi. L’idea originale per commemorare l’anniversario era quella di aggiungere semplicemente la musica classica, che sarebbe stata disponibile durante la modalità Avventura. Questo concetto è stato elaborato più volte fino a concludersi con la versione in stile retrò dellaVecchia Tristram.

Questo non sarà disponibile sempre, si tratta di un’evento annuale che sarà disponibile nel mese di gennaio per PC, Xbox One, e PS4. Si potrà entrare attraverso un portale nella zona delle Antiche Rovine, dove Blizzard afferma tutto “diventa bruttino,” con grafica pixellata, animazioni minimali e audio metallico. Si può averne un assaggio in alcune delle immagini riportate qui sotto, anche se l’aspetto del movimento, in realtà, è ciò che rende l’esperienza particolarmente retrò.

Premi speciali e bottini saranno offerti durante questo evento, tra cui ritratti, stendardi, sigilli, compagni (fra cui uno è il Butcher) e la prima Gemma Leggendaria incastonabile nell’elmo. Ciò è ispirato ad una cinematica del gioco originale: inserisce il rosso frammento di anima sulla testa, causando il rilascio occasionale di un anello di fuoco attorno all’Eroe.

Infine, Blizzard ha preannunciato che ulteriori contenuti sono in arrivo, comprese le nuove zone per la modalità avventura, la modalità Challenge Rifts ed il supporto per le Stagioni su console. Tutto questo sarà spegato nel dettagliato durante il prossimo incontro al BlizzCon su Diablo, che si terrà alle 16:00 PT di Sabato, 5 novembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.