Overwatch: ricompense sul PTR?

Blizzard sta esplorando la possibilità di premiare i giocatori che parteciperanno al Reame Pubblico di Prova (PTR) di Overwatch, anche se per ora nulla è stato confermato.

Nell’ultimo Diario degli Sviluppatori (Developer Update), Jeff Kaplan fornisce una panoramica del PTR e risponde alle domande più frequenti su di esso. Fra le altre cose, parla di come lo scopo primario del PTR non sia necessariamente raccogliere feedback – per quanto sia una cosa importante – ma piuttosto garantire che tutti gli aggiornamenti pubblicati nella release completa siano privi di intoppi. Di seguito il video in questione:

Kaplan ha affermato che è grato ai giocatori che partecipano al Reame Pubblico di Prova, sia per quanto riguarda il bug testing che per fornire un feedback sulle possibili modifiche da introdurre e sul bilanciamento delle stesse. Ciò solleva la questione del perché non sia previsto alcun incentivo per giocare sul PTR, al di là della possibilità di essere i primi a provare in anteprima le novità in arrivo. Kaplan ha detto che Blizzard non è contraria all’idea, e che la vera sfida sta nel dirottare le risorse dallo sviluppo del gioco al nucleo pulsante dello stesso.

Mettere incentivi sul PTR è qualcosa che stiamo prendendo in esame, quindi non è una cosa che escludiamo, è solo un po’ complicata da realizzare”, ha detto. Ha inoltre fatto notare che alcuni giocatori hanno suggerito come ricompensa la ricezione di forzieri o il trasferimento di una parte dell’esperienza guadagnata direttamente nella versione ufficiale, idee che Blizzard considera “magnifiche”.

“Queste idee, nonostante siano molto interessanti, richiederebbero comunque del tempo di sviluppo per essere implementate,” ha spiegato. “ed è proprio su questo che stiamo lottando in questo momento. La domanda è: è meglio investire ore nello sviluppo di sistemi per gli incentivi nel PTR, oppure sfruttare lo stesso tempo per la creazione ed integrazione di nuove funzionalità e contenuti disponibili per tutti i giocatori?”

Nel video, Kaplan discute anche riguardo i cambiamenti inseriti nel PTR attuale, ed il motivo per cui sono stati attuati. Fra questi si parla del potenziamento di Sombra e i nerfs a D.Va, Ana e Roadhog. Nell’intervista spiega anche il motivo per cui il PTR non è attualmente disponibile su console, facendo riferimento alle problematiche di frequenza, in termini di rilascio, di patch su Xbox Live e PSN.

Se non avete ancora acquistato Overwatch, uno dei giochi più apprezzati del 2016, vi consigliamo di andare su Instant-Gaming dove lo trovate con il 40% di sconto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.