PARAGON – Intro: il Grimorio di un Giocatore di Squadra

Introduzione a PARAGON (Guida Universale)

“The woods are lovely dark and deep,

but I have promises to keep

and miles to go before I sleep

And miles to go before I sleep.”

                           – Robert Frost –

Con le parole di Frost voglio iniziare questa guida/riflessione, perché credo rappresentino, seppure in un contesto e significato molto differente, un concetto a molti giocatori di Paragon sconosciuto: “Abbiamo promesse da mantenere e miglia da percorrere prima di addormentarci”, col significato di NON morire scioccamente per seguire qualcosa di “Lovely, dark and deep”, come può esserlo un buono score con numerose kill, e mantenere fede alle promesse fatte alla squadra scegliendo un determinato ruolo. Perché questa guida è universale? e a chi è rivolta? Innanzitutto punterei sul carattere universale di ciò che state per leggere. Questo testo non illustrerà la combinazione migliore degli elementi che costituiscono il game specifico, cosa estremamente relata alla condizione sincronica, ma si prepone come obbiettivo di far riflettere sugli elementi cardine del gameplay di un gioco di squadra, avendo analizzato le sue componenti in un rapporto diacronico. Questa guida NON è adatta a chi cerca la megabuild perfettamente in meta, cosa improbabile da offrire considerando la mutevolezza del gioco. Questa guida è per chi vuole cominciare a migliorarsi come giocatore di squadra. I SOLO-player, qui, non sono contemplati. Paragon è un gioco di squadra, e anche se giocate in solo, dovete pensare comunque con gli altri, in relazione sempre prima al vostro alleato, poi al vostro nemico. Il giocatore migliore conosce alla perfezione punti forti e debolezze dei propri compagni, e avversari, e li sfrutta a proprio favore. Il giocatore che non conosce i propri alleati, e l’avversario, è un giocatore inutile. La conoscenza delle proprie capacità avviene soltanto attraverso la relazione con gli altri, altrimenti è pura astrazione. Riusciamo a capire i nostri punti forti, e deboli, solamente nel confronto con gli altri. Il primo avversario da sconfiggere non è il team opponente, ma la TUA presunzione strategica. Non ci sono regole fisse, ma solo variabili da calcolare prima d’incappare in una colossale disfatta. Indice dei Contenuti che verranno trattati nei prossimi episodi:

  • Gioco di Squadra vs Gioco Singolo
  • Concetto di mani vs concetto di strategia
  • Le fasi di gioco
  • Personaggi che richiedono abilità manuali altri che richiedono abilità progettistiche
  • La build: il ruolo, Il singolo, la squadra, build eclettiche per strategie eclettiche
  • Come mi muovo? come ci muoviamo?
  • Buff? quando come e perché?
  • L’Importanza dei ruoli per i pg, e per le persone
  • La squadra più forte è quella con più strategia
  • Il pick, il counter, la vittima

Con il prossimo episodio inizieremo a fare sul serio entrando nel core del gioco con “Gioco di Squadra vs Gioco Singolo“, nel frattempo potete iniziare a sgranchirvi le ossa dando un’occhio alle migliori giocate del Paragon Italian Group fatte nel 2017 (di cui presto verrà pubblicato il primo episodio della Seconda Season – 2018):

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.