Toxikk – Reakktor Studios torna alle origini!

IL Principio: CLASSIC ARENA FPS ACTION

Sei un virtuoso del frag? Un giocatore meticoloso che predilige la perfezione assoluta e passa le giornate a calibrare la sensibilità del suo mouse al centesimo di millimetro? Non sei soddisfatto dei vari Cod, Battlefield e tutti gli fps moderni che hanno tanto fumo e poca sostanza? Dove collezioni punti esperienza per sbloccare qualcosa che ti renderà più ganzo dell’ultimo arrivato! Bene! Allora Reakktor Studios sta pensando proprio a te! – A te che non vuoi compromessi che vuoi solo essere il migliore nell’arena dominando sui tuoi avversari a colpi di armi esagerate utilizzando un complesso sistema di movimenti basato su dodge e diversi tipi di salti implementati per districarti nelle situazioni più disparate!

Signori questo è Toxikk che vuole essere l’erede illeggittimo di quell’Unreal Tournament che dal 99 fino ai primi cinque anni del 2000 ha dominato la scena degli fps competivi, ma procediamo con ordine, per i neofiti e per chi non c’era, spiegheremo tutto passo dopo passo. Cos’è Toxxik? Toxikk è un fps (First Person Shooter o sparatutto in prima persona) messo a disposizione su Steam con Early Access (accesso anticipato): veloce, adrenalinico ma con un game play davvero molto profondo – quello che tutti i fan della serie di Unreal e Quake si aspettavano da Unreal Tournament 3 ma che purtroppo non sempre si è rivelato all’altezza – sembra essersi realizzato in questo progetto fuori dagli schemi del team Reakktor Studios.

Le Fondamenta: ALL PLAYERS ARE EQUAL. Always!

Il team con questo gioco vuole fin da subito mettere i puntini sulle “i” e tornare indietro nel tempo a quel 1999 quando gli arena fps erano con pochi fronzoli, mappe su più livelli disegnate ad hoc per consentire spettacolo puro, in questo intento Toxxik centra in pieno il bersaglio, riprendendo in pratica quello che è il game play di Unreal Tournament 2004 e riuscendo nell’arduo compito di limare i piccoli spigoli le piccole imperfezioni che minavano il gioco a quel tempo calcolando le collisioni in modo ineccepibile e calibrando la potenza di fuoco delle armi in maniera molto accurata! Inoltre tutte le chicche che ci si aspetterebbe da un fps di questo stampo sono prensenti come la doppia modalità di fuoco per ogni arma ed il sistema di dodge e double jump che ha proiettato il vecchio Unreal nell’olimpo dei giochi di pura skill! Infatti premendo rapidamente due volte su una direzione è possibile eseguire un balzo (dodge) nella direzione selezionata, questo concatenato con i salti rende la meccanica di movimento complessa e varia, e dà modo di muoversi velocemente balzando per la mappa  sfruttando i vari punti di appoggio che possono essere anche le pareti. Tornando a parlare di gameplay il team ci mette a disposizione un arsenale vario ed assolutamente divertente da utilizzare spaziando dalle armi melee fino a quelle a medio e lunga gittata. Ogni arma come accennato sopra è dotata di una doppia modalità di fuoco, in cui la modalità secondaria solitamente utilizza un maggior numero di munizioni e permette di sparare un colpo spesso più potente e con un’animazione di fuoco spesso più lenta; questo aggiunge strategia agli scontri in modo che il giocatore possa scegliere quale modalità di fuoco sia più efficace in determinati scontri, combinata con il sapiente sviluppo delle mappe che si estendono anche in verticale dando vita a scontri frenetici ed appaganti!

Le migliorie rispetto i suoi predecessori : Toxikk implementa una GUI (Graphic User Interface) molto chiara e dettagliata a cui si aggiungono tocchi di classe come il Countdown su armi e power up che consente di pianificare i percorsi della mappa ed avere pieno controllo delle vostre armi di distruzione.

La peculiarità di questa produzione stando a quanto afferma Reakktive Studios sta nella “Player Equality“,  uno degli aspetti principali su cui si concentra il gioco, che è anche il motivo per cui Toxikk non è distribuito con la popolare modalità free-to-play. “Crediamo che un classico FPS arena ed il free-to-play non vadano bene assieme”, ha dichiarato Reakktor Studios. “Un vero FPS arena richiede che tutti i personaggi dei giocatori abbiano pari opportunità ed uguali disponibilità di armi. Sempre! L’abilità di un giocatore dovrebbe essere l’unico fattore decisivo per la vittoria o la sconfitta”.

Proseguendo nella carrellata delle features, parliamo del motore grafico che è un solidissimo e collaudato Unreal Engine 3: dal punto di vista prettamente tecnico il gioco risulta piacevolissimo ricco di dettagli ed effetti di luce dinamica, particellari e di tutte le chicche a cui l’Unreal Engine ci ha abituato in questi anni, riproducendo sia mappe di medie dimensioni sia quelle denominate massive, in cui è previsto l’uso di mezzi terrestri ed aerei per modalità come Vehicle Capture the Flag e Cell Capture. Il gioco già nelle prime fasi si presenta con delle ottime textures  definite e dettagliate: come da tradizione il motore risulta scalabile e flessibile ed il tutto scorre liscio come l’olio anche su configurazioni meno recenti mantenendo un frame rate costante anche nei momenti più concitati.

In questo momento siamo arrivati all’undicesima patch/release dell’Early Access ed il gioco tutt’ora è in continuo sviluppo e miglioramento; il team sembra essere molto attivo ed ascolta i suggerimenti dei giocatori che esprimono i propri pareri nella community di Steam. Attualmente sono presenti purtroppo solo 5 mappe tra cui l’ultima new entry una rivisitazione di Deck del vecchio Unreal Tournament 2004.

Ci sarebbe ancora molto da dire su questo promettente gioco, ma vorrei rimandarvi al breve game play che vi propongo per mostrarvi effettivamente cosa ha da offrire questo Toxikk!

Se pensate di essere abbastanza abili e volete mettervi alla prova con questo frenetico fps, potete risparmiare fino al 50% sull’acquisto di questo titolo a Instant Gaming.

Restate sintonizzati su StreamEat, noi crediamo che questo titolo saprà ritagliarsi la sua schiera di fans!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.